Un desiderio al giorno per una settimana. Sulla libertà, lo sviluppo e la formazione

Un desiderio al giorno per una settimana. Sulla libertà, lo sviluppo e la formazione

Nei brevi saggi raccolti in queste pagine, Amartya Sen fissa alcune priorità nella serie di problemi che ostacolano il pieno sviluppo economico e democratico del suo paese e delinea condizioni e modi per farvi fronte. «Con la sua prosa magistrale, il suo vasto respiro culturale, il suo ironico umorismo, Amartya Sen è uno dei pochi grandi intellettuali ai quali non possiamo non guardare per orientarci nella nostra confusione esistenziale.» - Nadine Gordimer Un mistero – o un paradosso – avvolge l'India contemporanea: il paese vanta un indiscusso primato per l'eccellente preparazione dei suoi tecnici e professionisti, i suoi «primi della classe» altamente competitivi sul mercato del lavoro occidentale, eppure il suo sistema scolastico esclude o trascura la gran parte di coloro che dovrebbe educare e che, non a caso, appartengono alle categorie sociali più svantaggiate, i poveri e le donne. Perché l'iniquità e la disuguaglianza non riguardano solo la scuola, ma tanti, troppi ambiti della vita sociale indiana, dall'assistenza sanitaria alla previdenza sociale, fino alle svariate e clamorose forme di discriminazione castale, tuttora ampiamente vigenti. Nei brevi saggi raccolti in queste pagine, Amartya Sen fissa alcune priorità nella serie di problemi che ostacolano il pieno sviluppo economico e democratico del suo paese e delinea condizioni e modi per farvi fronte: le questioni della giustizia sociale, della povertà, delle disuguaglianze, della parità tra i sessi, dell'istruzione, dei diritti d'espressione e del ruolo dei media sono, fra le tante, al centro della sua riflessione appassionata e partecipe, illuminata da una vasta competenza e sempre ispirata a princìpi di equilibrio e di apertura antidogmatica alla molteplicità delle prospettive. Ma non è solo all'India – ai preziosi contributi che la sua civiltà millenaria ha dato all'umanità nel passato e al suo presente difficile ma anche ricco di iniziative e di grandi potenzialità – che Sen dedica le sue attenzioni, poiché anche il mondo globale contemporaneo è afflitto, e su scala molto più larga, dalle medesime piaghe: ingiustizia, fame, dispotismo, guerra, esclusione, sfruttamento. Nell'invocare la piena realizzazione dei diritti di tutti nella prima e più grande democrazia dell'Asia, Sen ci mostra che «ciò che dovrebbe toglierci il sonno» non riguarda solo l'India, ma anche tutte le altre zone del pianeta, dove applicare un'idea concreta di giustizia, ovvero centrata sulla realizzazione più che sui princìpi o sulle istituzioni ideali, equivarrà sempre a promuovere la vita umana e a migliorare il mondo in cui viviamo. Una lezione che ci viene da uno dei maestri del pensiero contemporaneo e che è doveroso ascoltare.

Le tavolette di argilla furono ciò che il nome implica: pezzi di argilla secca appiattiti e facili da trasportare, con iscrizioni fatte per mezzo di uno stilo possibilmente inumidito per consentire impronte scritte. Relazioni con sonno e insonnia : la melatonina come regolatore del sonno-veglia La melatonina come precursore della serotonina Per i vecchi, e per i vecchi dementi ancora più, le cure palliative sono un diritto solo sulla carta. Dobbiamo trovare per la loro morte … Una biblioteca è un servizio finalizzato a soddisfare bisogni informativi quali studio, aggiornamento professionale o di svago di una utenza finale individuata secondo parametri predefiniti, realizzato sulla base di una raccolta organizzata di supporti delle informazioni, fisici (libri, riviste, CD, DVD) o digitali (accessi a basi di dati. », chiede il portavoce del Cremlino, Dmitrij Peskov. “Perché nelle foto dei giornali si coprono i visi dei bambini. ” si (ci) chiedeva la settimana scorsa un lettore su questo blog.

Una mano.

Una mano. Melatonina : un ormone miracoloso. Ciao Lucio io sono Marta e ho 21 anni e da un anno e tre mesi circa che ho questi disturbi che si riversano maggiormente sulla mia relazione. Chiudi La cura è l'orgoglio | Road to #BookPride18 'Le ragioni di orgoglio per un editore sono legate in modo diretto alla quantità e alla qualità di cura che riesce a esprimere nei confronti dei libri. Il patrimonio culturale (artistico, ambientale e paesaggistico) del nostro paese svolge un ruolo innegabile, spesso implicito, nella formazione nei cittadini ed influenza anche i settori produttivi – non solo nazionali – e, in genere, la cultura. Apri il messaggio e fai click sul link per convalidare il tuo voto. Una tavoletta può esser definita come un mezzo fisicamente robusto adatto al trasporto e alla scrittura. 22 Aprile 2018, di Michele Faliani. Qualche giorno prima del concerto un mio carissimo amico musicista e musicologo scrisse un interessante post su un social network, nel quale chiedeva (soprattutto ai suoi colleghi) se secondo chi stesse. «Spiegatemi, cosa c’è da celebrare. 'Una settimana fa abbiamo chiacchierato con Serena Daniele (NN Editore), Lorenzo Flabbi (L'orma editore), Martina Testa (edizioni sur), Andrea.